News

26/01/2022

«Ferrovia Trieste-Monfalcone, no a posizioni preconcette»

«Le scelte sulla realizzazione delle grandi infrastrutture di trasporto e sul loro impatto territoriale spettano alla politica e hanno come presupposto ineludibile la massima trasparenza nei confronti dell’opinione pubblica. Il dibattito sulla galleria ferroviaria nella tratta tra Trieste e Monfalcone non può fare eccezione a questa esigenza, l’unica in grado di consentire un’analisi lucida e consapevole degli obiettivi, degli interessi in campo, delle criticità esistenti e degli ostacoli da superare». È quanto sostiene Valentino Lorelli, segretario regionale della Filt, il sindacato Cgil che rappresenta i lavoratori dei trasporti.
«La querelle che si è aperta sulla realizzazione di quest’opera – commenta – è stata fin qui segnata da una prospettiva parziale e fuorviante, senza un indispensabile esame complessivo della situazione attuale della linea, che non può limitarsi alle prospettive del traffico passeggeri, ma deve valutare le potenzialità complessive di una linea fondamentale per lo sviluppo del porto di Trieste e della futura piattaforma logistica». Ciò che deve essere chiarito con trasparenza a tutti, secondo il segretario della Filt, è che «la linea tra Trieste e Monfalcone, e in particolare tra Aurisina e San Polo , rappresenta oggi un collo di bottiglia che condiziona pesantemente la possibilità di crescita e di velocizzazione sia del traffico passeggeri che del traffico merci, con evidenti riflessi anche sulle potenzialità di sviluppo del sistema portuale e della logistica integrata». Da qui l’appello finale di Lorelli, che chiede «un confronto a carte scoperte tra tutti gli interlocutori interessati, Rfi, Regione, Enti locali, Autorità portuale, associazioni di categoria, per mettere in chiaro gli obiettivi, le criticità, i tempi, le eventuali alternative ai progetti fin qui considerati, i costi e i possibili canali di finanziamento, per evitare che le risposte su temi così importanti, in un senso o nell’altro, siano legate a prese di posizione precostituite e non a una obiettiva comparazione dei pro e dei contro».

Rassegna Stampa

31/01/2023

Economia, Regione, Lavoro.
Una selezione delle principali notizie

Rassegna stampa Cgil Fvg

La rassegna di oggi [ 309 KB ]
vai all'archivio