News

15/10/2021

«Porto, hanno vinto la linea del dialogo e il senso di responsabilità dei lavoratori»

«Possiamo affermare che ha prevalso la linea del dialogo tra il sindacato confederale e  le imprese operanti nel porto e l’Autorità. Quel dialogo che aveva consentito, nei giorni scorsi, di trovare l’intesa sulla gratuità dei tamponi. Ha vinto anche il senso di responsabilità dei lavoratori che hanno scelto di non aderire a una protesta non soltanto illegittima nelle sue modalità, ma che sarebbe anche foriera, se portata acanti a oltranza, di gravi danni sui traffici e su tutto l’indotto economico che ruota attorno allo scalo triestino». Questo il commento dei segretari regionali dei sindacati dei trasporti, Valentino Lorelli (Filt-Cgil), Antonio Pittelli (Fit-Cisl) e Michele Cipriani (Uiltrasporti), «al termine di una giornata molto difficile per tutti, anche per le aspettative e le tensioni concentratesi da tutto il Paese sullo scalo triestino».
«È merito dei lavoratori e del loro senso di responsabilità– proseguono i segretari – se la protesta è rimasta nei binari della normalità, evitando prove di forza ed escalation violente che avrebbero nuociuto a tutti: ai lavoratori del porto e alle sue imprese, a Trieste, alla regione, alla causa di tutti quei lavoratori che, con la mediazione del sindacato, sono alla ricerca di mediazioni che possano consentire di gestire questa difficilissima fase conciliando l’esigenza prioritaria di contrastare e sconfiggere la pandemia con il diritto al lavoro».
Difficoltà e criticità, com’è noto, hanno caratterizzato anche la situazione del trasporto pubblico locale e del trasporto su gomma, ma senza ripercussioni gravi o ingestibili sulla regolarità del servizio. «L’auspicio – proseguono Lorelli, Pittelli e Cipriani – è che nei prossimi giorni la situazione possa migliorare, come effetto congiunto di un incremento delle vaccinazioni, della capacità di “testing” del sistema sanitario e delle farmacie, di ulteriori accordi tra sindacati e imprese che favoriscano, magari anche in virtù di auspicabili modifiche del quadro normativo, di sgravare i lavoratori dal costo dei tamponi».

Rassegna Stampa

26/11/2021

Economia, Regione, Lavoro.
Una selezione delle principali notizie

Rassegna stampa Cgil Fvg

La rassegna di oggi [ 199 KB ]
vai all'archivio