News

20/05/2021

Rallenta la cassa integrazione. Nel terziario più del 50% degli ammortizzatori 2021

Sono state complessivamente 2,9 milioni le ore di ammortizzatori autorizzate in Friuli Venezia Giulia nel mese di aprile. Il dato, che corrisponde alla somma tra cassa integrazione (1,9 milioni di ore) e Fis (975mila ore), è il più basso registrato dall’inizio della pandemia, pur continuando ad assestarsi su valori molto superiori ai picchi storici pre Covid. La riduzione è molto sensibile sia su base tendenziale, visto che ad aprile 2020 era stato autorizzato un volume record di oltre 20 milioni di ore, sia su base congiunturale, dopo il forte balzo delle richieste (oltre 12 milioni di ore) registrato a marzo 2021, probabilmente anche per effetto della proroga degli ammortizzatori varata col decreto Sostegni. La flessione, quindi, può essere legata proprio a un effetto riassestamento dopo l’ingente numero di domande liquidate nel mese precedente. Non dovrebbe invece aver pesato l’allentamento delle restrizioni, se si considera che solo dal 26 aprile scorso il Friuli Venezia Giulia è entrato in zona gialla.
L’auspicio è che maggio possa far segnare quindi una riduzione ancora più marcata delle richieste e anche del ricorso effettivo agli ammortizzatori già autorizzati, in particolare se proseguirà la tendenza a una decisa riduzione dei contagi, dei ricoveri e dei decessi che si registra nelle ultime settimane, con il decisivo contributo delle vaccinazioni. Un andamento che può finalmente favorire una ripartenza del commercio e del turismo, i settori che hanno pagato il prezzo più duro alla crisi, come rivelano anche i dati sul ricorso agli ammortizzatori nei singoli comparti, che vedono un costante incremento della quota riferita al terziario. Dopo aver sfiorato il 40% delle ore autorizzate nel 2020 (35 milioni sui 94 milioni complessivi), nei primi quattro mesi del 2020 commercio e settori connessi (industria ricettiva, bar, ristorazione, spettacoli, ecc.) hanno assorbito più della metà delle richieste di ammortizzatori (11,8 milioni su 22,6 milioni di Cig e Fis).
Guardando ai dati complessivi, nei primi quattro mesi di quest’anno sono stati autorizzati ammortizzatori per 22,6 milioni di ore, un dato identico a quello del 2020. Nel confronto, però, si deve tenere conto dei valori molto bassi (2 milioni le ore complessivamente autorizzate nel primo trimestre) registrati nei primi tre mesi dello scorso anno, segnati solo in modo parziale dalla pandemia. 
Nella sezione Osservatorio di questo sito tutti i dati aggiornati ad aprile, disponibili per settore e per provincia e comparati con il 2020.

Rassegna Stampa

16/06/2021

Economia, Regione, Lavoro.
Una selezione delle principali notizie

Rassegna stampa Cgil Fvg

La rassegna di oggi [ 338 KB ]
vai all'archivio